Pubblicata il in News.

Tanti imprenditori del settore floricolo e vivaistico hanno partecipato giovedì pomeriggio all’incontro formativo tenuto dal dott. Franco Spinelli, consulente di management della società Spinelli & Associati di Firenze, che si è svolto presso il Centro di Ricerca per il Vivaismo e Verde ornamentale (CRA-VIV) di Pescia (leggi l’articolo pubblicato sul quotidiano Il Tirreno).

Articolo Tirreno S&A 24.9.14

L’incontro, dal titolo “Come organizzare e gestire l’impresa agricola in tempi di crisi: tecniche e strumenti gestionali evoluti”, è stato organizzato da Flora Toscana, in collaborazione con il Comune di Pescia, Mercato dei Fiori e le associazioni di categoria, per dare risposte concrete a tanti imprenditori del comparto florovivaistico della nostra Provincia che stanno attraversando momenti di grave difficoltà.

Significative, in questo senso, le parole del Sindaco di Pescia Oreste Giurlani che ha ricordato in apertura dell’incontro come da questa crisi <si esce tutti insieme, ognuno portando avanti con serietà i compiti che gli competono: la Pubblica Amministrazione, gli imprenditori e i professionisti del settore>.

E’ chiaro, comunque, che agli imprenditori agricoli oggi non servono soltanto strumenti gestionali evoluti per gestire la propria azienda, ma soprattutto una nuova strategia in grado di ridisegnare il futuro. <Le problematiche che gli imprenditori agricoli devono risolvere – ha spiegato il dott. Franco Spinelli che ha alle spalle un’esperienza ultra decennale nel settore agricolo e che ha ricoperto più volte la carica di consigliere nazionale dell’Associazione Professionale Consulenti di Direzione e Organizzazione (APCO) – sono molteplici.  Senza dubbio si trovano ad operare in un contesto difficile, ma non mancano problemi endogeni tra cui: una scarsa managerialità e cultura d’impresa, e una visione strategica adeguata. Operando in tutta Italia – ha concluso il dott. Spinelli – ci accorgiamo però che occorre sempre ripartire dalle fondamenta. Ecco che un incontro del genere è fondamentale per creare tra gli imprenditori e gli operatori del settore un linguaggio comune, in modo da fornire loro strumenti e competenze che in un contesto come quello attuale sono diventati indispensabili>.